HGV-artista dell'anno 2019 Josef Rainer

28.05.-28.05.2019
Josef Rainer
Cooperazione

Hoteliers- und Gastwirteverband e Südtiroler Künstlerbund assegnano per la quarta volta il premio HGV artista dell’anno

Bolzano – Nell’ambito di una colazione d’artista al Parkhotel Laurin a Bolzano è stato consegnato per la quarta volta il premio „Artista HGV dell’anno“. Il premiato è Josef Rainer di Bressanone.

Il progetto è stato avviato nel 2016 dall’Unione Albergatori e Pubblici Esercenti (HGV) in collaborazione con il Südtiroler Künstlerbund (SKB) con l’obiettivo di favorire l’interazione tra i due settori – quello dell’arte e quello alberghiero e della ristorazione. Il premio viene assegnato a scadenza annuale.

Il vincitore del concorso è stato scelto da una giuria costituita da rappresentanti dell’HGV e dell’SKB e da due esperti d’arte. In occasione della quarta edizione è stato insignito del premio Josef Rainer per la sua opera “Große Schüssel” (grande ciotola). L’opera in ceramica raffigura un palcoscenico in miniatura.

L’originale entrerà a far parte della raccolta d’arte dell’HGV e sarà riprodotto in formati diversi che saranno consegnati ad albergatori e ristoratori in occasione di nuove aperture o anniversari aziendali. “Nell’ambito di questa iniziativa abbiamo il piacere di interagire con la scena artistica sudtirolese cogliendo il potenziale creativo della nostra provincia”, sottolinea il presidente dell’HGV Manfred Pinzger. Il Presidente dell’SKB Alexander Zöggeler si è complimentato per il progetto intersettoriale. “Questa cooperazione è un buon esempio per una collaborazione proficua tra diversi rami dell’economia, grazie alla quale nascono nuove sinergie”, sottolinea Zöggeler.

I vincitori delle scorse edizioni sono Sissa Micheli, Ingrid Hora e Robert Pan.

 

L’opera d’arte

Piccole sculture si muovono danzando sul bordo di ciotole cercando di mantenere l’equilibrio per non cadere nel vuoto. I movimenti e il portamento leggermente affettato delle sculture riproducono e raffigurano la gestualità e i movimenti definiti di camerieri. La forma tonda del bordo della ciotola simbolizza un cammino senza inizio né fine. Nasce così un movimento senza tempo che culmina sulla superficie dell’opera, la grande ciotola, in una danza congelata e statica: la danza di 22 camerieri.

 

L’artista

Josef Rainer vive e lavora a Bressanone. Ha studiato Scultura presso l’Accademia delle arti figurative di Monaco. Per soggiorni di lavoro era a Londra, Vienna e Scozia. Inoltre ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

 

Foto: SKB/HGV

lg md sm xs